Anghingò, sereno a scuola io andrò

pubblicato in: Attività | 0

Associazione Genitorialità, dopo aver raccolto numerose richieste di intervento sulle difficoltà scolastiche, ha messo a punto un interessante progetto di prevenzione mirato a tutti gli aspetti connessi all’apprendimento ed alle conseguenze emotive sui bambini. Anghingò (questo è il nome del progetto) è rivolto  ai bambini dell’ultimo anno della Scuola dell’Infanzia e delle prime due classi della primaria, ai loro genitori, e al corpo insegnante.

Il fine è quello di:

  • informare genitori ed insegnanti su cosa siano i DSA (disturbi specifici dell’apprendimento), sulla differenza fra essi  ( hanno una base neurobiologica) e le difficoltà di apprendimento che possono invece essere causate da problematiche emotive e/o di stile di insegnamento. Ricordiamo a tale proposito che il Prof Giacomo Stella ( uno dei maggiori esperti italiani di DSA) parla di “disturbi dell’insegnamento” quando la didattica non è studiata ad hoc bensì viene applicata in modo standard a prescindere dalle caratteristiche dei bambini che si hanno di fronte.
  • fare prevenzione attraverso lo screening e il monitoraggio dello sviluppo dei prerequisiti dell’apprendimento. All’ultimo anno della Scuola dell’Infanzia è già possibile individuare  le possibili difficoltà di apprendimento ed agire sul potenziamento delle abilità sottostanti così da preparare i bambini all’ingresso alla Scuola Primaria. Preparazione che, oltre ad agire sul potenziamento di alcuni processi cognitivi, si propone di sostenere psicologicamente le probabili cadute emotive dovute sia alle difficoltà stesse che al confronto con i compagni.

Ricordiamoci che la percentuale di DSA in Italia corrisponde al 3-4 % dei bambini e che fare una diagnosi precoce è fondamentale per mettere in atto le misure compensative e dispensative di cui questi studenti hanno bisogno per poter apprendere in maniera soddisfacente ( http://www.lineeguidadsa.it/ ).

Esiste una legge, la 170  del 2010  che ha creato precise tutele per gli studenti che ricevono una diagnosi di DSA e ha creato le condizioni per poter  determinare con precisione i criteri in base ai quali un alunno può valersi della legislazione ( http://www.airipa.it/ ).

Per ulteriori informazioni rivolgersi alla referente del progetto: dottoressa Federica Dessolis, psicoterapeuta con formazione ed esperienza in ambito DSA ( federica.dessolis@tiscali.it 3471445907.